Stampa

TUINA - massaggio cinese

Molto praticato negli ospedali in Cina con ottimi risultati, è all'origine dei più diffusi trattamenti orientali ed occidentali, il suo utilizzo si perde nell'antichità e da millenni è in continua e costante evoluzione sia nella teoria che nella pratica clinica.

Con varie tecniche manuali, unite alle tecniche complementari della coppettazione e della moxa, agisce secondo i principi dell'agopuntura, della riflessologia e della fisiologia funzionale e psicosomatica provocando una reazione dell'organismo che allevia il dolore, scioglie le tensioni, migliora la funzionalità, rafforza le difese, lo porta ad uno stato di maggiore vitalità ed equilibrio e contemporaneamente lo stimola a servirsi delle proprie capacità di autoguarigione.

 

Tecniche

Le principali manovre, le più usate

 

ANFA - pressione graduale

Manovra di pressione profonda su un punto o zona circoscritta, aumentata gradualmente fino a raggiungere il livello corretto e rilasciata sempre gradualmente

 

ROUFA - rotazione e frizione

Manovra di rotazione su un punto o zona circoscritta, facendo frizionare la pelle sul sottocute

 

MOFA - frizione circolare

Manovra di accarezzamento circolare su zone ampie

 

MAFA - sfregamento leggero

Manovra di frizione con i polpastrelli o con il palmo, con movimento veloce e pressione delicata

 

CAFA - strofinamento lineare

Manovra di frizione nelle due direzioni di una linea con movimento leggero e rapido, allo scopo di riscaldare la zona ed eliminare il freddo e l'umidità

 

DUOFA - scuotimento

Manovra di scuotimento per provocare un movimento a onda, aumentando gradualmente e poi riducendo, sempre gradualmente, ampiezza e velocità

 

TUIFA - spinta

Manovra di pressione e spinta lungo una linea in una sola direzione con ritmo regolare e costante

 

FENTUIFA - spinta divergente

Movimento di apertura di una zona o di un punto con spinta opposta lungo una linea

 

YIZHICHANFA - oscillazione del pollice

Stimolazione e pressione ritmica su un punto mediante movimenti di flesso-estensione del pollice

 

GUNFA - rotolamento

Rotolamento sul dorso della mano con movimento di andata energico e ritorno.

 

NAFA - presa

Presa e sollevamento del muscolo o tendine con il pollice o con la base della mano contrapposto alle altre dita, con pressione e rilascio graduale

 

NAROUFA - impastamento

Manovra combinata di presa e frizione circolare

 

NIEFA - scollamento

Manovra di presa e sollevamento della cute dal sottocute

 

CHUIFA - PAIFA - PIFA - JIFA - ZHOUFA - percussioni

Manovre di picchiettamento su zone in vari modi: coi pugni vuoti (dorso, lato della mano o pollice), con le mani a coppa, col taglio della mano, coi polpastrelli, a dita unite

 

 

Moxa

Sviluppata per millenni assieme all'agopuntura (il cui nome stesso, zhen jiu, significa "ago e Moxa) consiste nell'applicazione del calore a scopo terapeutico.

Stimola la circolazione energetica, tonifica le zone e i punti chiave dei canali energetici, riscalda e combatte l'invasione da freddo (per questo motivo viene spesso utilizzata nelle zone fredde).

Sostiene nelle condizioni di vuoto energetico e di debolezza organica.

Coppettazione

In aggiornamento

 

La coppettazione fa parte del patrimonio della medicina tradizionale in Europa, Asia, Africa (è citata nell'Ebers Papyrus, uno dei più antichi testi medici del mondo che data a circa il 1550 a.C.; l'uso è noto anche nell'antica Grecia, nell'Europa Settecentesca e persino nella tradizione Islamica nella quale spesso è associata all'incisione della zona per far uscire il sangue. L'apparizione in Cina viene fatta risalire a circa il 1000 a.C. ma le prime testimonianze scritte datano al intorno al 200/300 d.C. (Ge Hong).

La pratica è simile in tutto il mondo (con piccole variazioni sulla metodologia di riscaldamento e applicazione) anche se solo nella tradizione asiatica è collegata alle mappe dei meridiani.

Nella tradizione cinese questa  tecnica utilizzata negli stati di eccesso di Yang (eccesso di energia yang nel corpo); attirare il sangue in superficie attraverso le coppette a caldo o quelle a pompa ha l'obiettivo di "estrarre" parte di questa energia in eccesso e ristabilire l'equilibrio Yin-Yang.

Un approccio più recente suggerisce che la coppettazione possa aiutare a rimuovere patogeni e tossine accumulati sotto la pelle.

Come si pratica:

La Coppettazione avviene applicando sulla pelle delle coppette dalle quali è stata estratta l'aria (nella tradizione le coppette sono in vetro e l'aria viene rimossa attraverso il fuoco ma oggi vengono spesso usate coppette in gomma o silicone e pompe a vuoto per estrarre l'aria).

L'utilizzo non è doloroso o fastidioso ma il sangue viene attirato in superficie e questo provoca i caratteristici "marchi" a fior di pelle (che comunque spariscono in pochi giorni).

Controindicazioni:

Non è consigliata a donne in stato di gravidanza, o a persone con problemi cardiaci e circolatori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuina e massaggio cinese a Bologna